Stampa su carta il tuo e-book e raggiungi sempre più lettori!

Stampa su carta il tuo e-book e raggiungi sempre più lettori! -
Novità IoScrittore.
Condividi su

Gli autori selezionati per la pubblicazione in e-book otterranno non solo e gratuitamente, come nelle precedenti edizioni del Torneo, un servizio di editing e distribuzione dell’opera in formato elettronico in tutti i principali negozi online italiani, ma anche un ulteriore vantaggio: il libro sarà disponibile anche in edizione cartacea on demand.

16 febbraio 2016 | di Redazione IoScrittore.
Da quest’anno, IoScrittore avrà un servizio editoriale in più.
Gli autori selezionati per la pubblicazione in e-book otterranno non solo e gratuitamente, come nelle precedenti edizioni del Torneo, un servizio di editing e distribuzione dell’opera in formato elettronico in tutti i principali negozi online italiani, ma anche un ulteriore vantaggio: il libro sarà disponibile anche in edizione cartacea on demand.   

Si tratta di un nuovo servizio editoriale, pensato per garantire un canale in più alla propria opera: il pubblico di chi preferisce leggere su carta.
Con il proposito di fornire opportunità di crescita a nuovi scrittori, il Gruppo editoriale Mauri Spagnol si fa carico dei costi redazionali (editing, copertina e progetto grafico).
La versione cartacea del romanzo potrà essere acquistata dall’autore, e da chiunque lo desideri leggere in formato cartaceo, su IBS.it (partner di IoScrittore) e sugli altri store on line, in qualsiasi libreria italiana e in circa 200 città del mondo, da Parigi a Tokyo, da Londra a New York.

Il prezzo di vendita verrà stabilito in base al numero di pagine (da 12 euro a un massimo di 20 euro per i titoli fino a 500 pagine).
A ogni acquisto del formato cartaceo, come per il formato e-book, gli autori percepiranno le royalties dovute. 
Una nuova opportunità, con la garanzia qualitativa del marchio IoScrittore.
Un nuovo modo di utilizzare un vantaggioso servizio di print on demand per promuoversi, vendere la propria opera, farsi leggere e conoscere da un numero sempre maggiore di lettori. 


Stefano Mauri racconta le particolarità di IoScrittore

Intervista dal Circolo dei Lettori di Torino per il lancio della sesta edizione del torneo letterario

"Grazie a IoScrittore, editori e editor di queste case editrici, invece di leggere migliaia di manoscritti distrattamente come spesso accade, leggeranno con attenzione i primi 20, 30, 40 o 50 romanzi che hanno avuto più successo all’interno del torneo. IoScrittore consente dunque agli aspiranti scrittori accesso democratico da una parte e dall’altra meritocrazia e quella selezione che il lettore si aspetta da un editore."

EFFETTUA IL LOGIN:
Partecipa alla discussione
Bianca
codice utente 5266
Commento #50
21/3/2016
Walter, ciao. Ti capisco benissimo. Anche sulle valutazioni positive ci si deve attenere all'assaggio. Occorrerà la lettura completa per verificare se tutto si tiene. Leggere con attenzione serve anche a migliorare la propria scrittura, ammesso che si possa. Sorrido perché forse ogni autore, ogni autrice pensa di scrivere salvando struttura narrativa, espressività, originalità e compagna cantante. Rispondo a Roberta: la tua è una classica domanda incommensurabile. Credo che si scriva per un sacco di motivi: sfogo, narcisismo, volontà di affermazione, piacere e divertimento. Sulla scrittura per conoscere se stessi ho qualche riserva perché la scrittura letteraria penso abbia lo scopo di uscire da sé, come qualsiasi altra manifestazione di espressione artistica.
ROBERTA
codice utente 63574
Commento #49
21/3/2016
e voi perchè scrivete?
ROBERTA
codice utente 63574
Commento #48
21/3/2016
Scrivo per capire chi sono
Walter White
codice utente 63829
Commento #47
21/3/2016
Bianca io non sono riuscito a dare più di 6.33 Le librerie sono strapiene di libri che sono approdati senza meriti sugli scaffali, se questo concorso deve premiare il migliore, cosi sia, ho già scritto in precedenza e ribadisco ora che ho seri dubbi su voti alti, 8, 9, addirittura 10.
Bianca
codice utente 5266
Commento #46
21/3/2016
Ho letto gli incipit con comprensibile curiosità. Non sono stata molto fortunata nell'assegnazione sia per il genere, non sempre consono ai miei gusti di lettrice, sia per il livello di scrittura spesso inintellegibile a causa della oggettiva imperizia degli strumenti linguistici. Sono riuscita a dare un Sette complessivo. Quanto alla diplomazia nel giudizio, appare difficile tenere la barra dell'equilibrio, ma ritengo che la severità dei lettori sia un bene da non sottovalutare nel nostro (talvolta desolante) panorama letterario.
Echo
codice utente 60225
Commento #45
19/3/2016
Grazie Walter ^^
Walter White
codice utente 63829
Commento #44
18/3/2016
Echo un altro blog lo trovi su consigli / suggerimenti editor / da cui trovi discussioni nel primo articolo ma sopratutto nel secondo
Echo
codice utente 60225
Commento #43
18/3/2016
Ah c'è un altro un altro blogo? O.o e dove? @Walter io ho dato un solo 8 in grammatica a un incipit, nelle altre due voci 7. Per adesso come medie ho dato due 4 (non me ne vogliano però non potevo veramente dare di più, avrei mentito) e due sei. Sto leggendo tutto con la massima calma, soprattutto non mi piace dare 2 righe di commento agli incipit senza argomentare cosa funziona e cosa no.
Walter White
codice utente 63829
Commento #42
18/3/2016
Buongiorno a tutti, anche io trovo dispersivi i vari blog. Mi chiedo e Vi chiedo, incipit da 8, è possibile? Trovare romanzi stampati e venduti in libreria, da 8, è già un'impresa, leggendo i commenti vedo piovere 8, 10, 7.
Petra
codice utente 65192
Commento #41
18/3/2016
Grazie Alb! Letti e meditati... spero di poter essere di aiuto ai miei "affidati" e di vederne almeno un paio in finale! Echo, io invece trovo il contrario: testi con idee che potrebbero essere interessanti ma purtroppo carenti grammaticalmente... Spero che i miei commenti aiutino quest'ultimi a perseverare sulla via della scrittura accettando il consiglio di mettersi a lavorare sodo per migliorare la lingua. Buon lavoro a tutti! PS: per i gestori del sito: non si potrebbe avere in un unico blog dove trovare i commenti di tutti i partecipanti di quest'anno? Sarebbe più facile avere scambi costruttivi tra di noi!
Echo
codice utente 60225
Commento #40
18/3/2016
Io finalmente ho dato un 8 e sono molto contenta! Mi trovo nella stessa situazione di Petra per certi versi, trame carine ma scarsa capacità di costruirle (sempre a mio modesto parere), testi molto curati grammaticalmente ma scarni in contenuti. A voi come sta andando? Riuscite a lasciar perdere il gusto personale? Io ci sto provando, prima di dare un giudizio penso se il testo possa piacere a qualcuno di diverso da me per sesso, età e altri parametri. Insomma, io odio i pagliacci, se mi capita un testo dove il protagonista fa il clown devo massacrarlo? Non mi parrebbe equo. Cerco di essere sincera il più possibile e di dare qualche consiglio nel mio piccolo. Petra, per le sinossi anche a me lo stesso, senza a volte fai fatica ad avere un quadro generale.
alb
codice utente 54533
Commento #39
17/3/2016
Per Petra: nella sezione suggerimenti degli editor ci sono un paio di post che possono aiutare: "A volte le critiche possono essere utili: sul blog di IoScrittore è aperta la caccia al cliché" e "I dieci peggiori lettori della mia vita (e come farne buon uso)"
Petra
codice utente 65192
Commento #38
17/3/2016
Anch'io ho finito di leggerli tutti e ora pondero un po' prima di dare il mio giudizio definitivo... comunque mi riesce difficile capire come mai la quasi totalità dei miei incipit non abbia una vera e propria sinossi. Alcuni hanno delle buone quarte di copertina, ma diventa difficile farsi un'idea della trama solo dalle prime pagine. Tra quelli che ho ricevuto io ce ne sono un paio di veramente ottimi, i restanti hanno una buona idea di fondo ma purtroppo scarse o carenti capacità letterarie. In questi ultimi casi mi diventa difficile dare un giudizio senza inevitabilmente ferire la sensibilità di qualcuno... Suggerimenti?
Ara
codice utente 64755
Commento #37
17/3/2016
Ma se a chi legge il mio incipit non piace perchè magari è arrabbiato dopo aver vissuto una brutta giornata? Magari è stato morso da un cane e il mio incipit è incentrato sulle vicende di un molosso? Non è forse poco lasciare il giudizio della propria fatica ad una sola persona?
Annasilvia
codice utente 63455
Commento #36
16/3/2016
Ho valutato gli incipit. Penso di esser stata generosa ma obiettiva. Ritengo alto il livello di Io scrittore.
Echo
codice utente 60225
Commento #35
14/3/2016
Ho letto 4 incipit di 15 e sono andata in pausa di riflessione per ponderare bene il giudizio. Ma la domanda che non mi regala pace è: perché nessuno ha scritto la sinossi? Furbi loro o scemi noi?
alb
codice utente 54533
Commento #34
14/3/2016
quest'anno ho ricevuto in sorte quindici incipit che sono un vero disastro. Ha un bel dire il nostro Oliviero, ma se quanto leggi è un vero orrore, commentare con diplomazia e sincerità è davvero molto dura!
Paolo
codice utente 62784
Commento #33
14/3/2016
già letti e valutati metà degli incipit (beh, qualcosa in più della metà! D'altronde quindici è dispari!) Ho scoperto che mi sarebbe piaciuto fare l'insegnante e correggere i compiti.
ubimaior
codice utente 65266
Commento #32
14/3/2016
che compito difficile, comunque sono costretto a giudicare secondo i miei parametri, principalmente... buono, no buono. Hai voglia a fare il diplomatico, se non piace... non piace
Darwen
codice utente 63572
Commento #31
13/3/2016
Ok, Giuseppe... immagino quanto le critiche negative possano far dispiacere. Per fortuna ho appena finito un incipit davvero carino :-)
Newsletter
Ricevi aggiornamenti sul torneo e consigli di scrittura da IoScrittore